Il 24 novembre 1946 nasceva Ted Bundy, uno dei serial killer più spietati della storia

Poteva sembrare un uomo normale, brillante, perfino affascinante. Ma in realtà era un mostro. Guarda su Dplay lo speciale "Ted Bundy: nella mente di un serial killer".

Poteva sembrare un uomo normale, brillante, perfino affascinante. Ma in realtà era un mostro. Ted Bundy negli anni '70 ha scatenato la sua follia omicida su tutti, sfruttando il suo carisma e il suo bell'aspetto per aggredire e uccidere più di 30 donne. In occasione dell'anniversario della sua nascita (il 24 novembre 1946 in quel di Burlington, nel Vermont) puoi guardare in esclusiva su Dplay Plus "Ted Bundy: nella mente di un serial killer", un documentario dedicato alla storia e all'analisi psicologica di uno dei serial killer più spietati della storia.

 

TED BUNDY: NELLA MENTE DI UN SERIAL KILLER. GUARDA LO SPECIALE IN ESCLUSIVA SU DPLAY PLUS 

 

Omicida, stupratore, necrofilo. E allo stesso tempo uomo brillante, affascinante, carismatico. Ted Bundy era tutto questo e molto altro. Nato nel 1946 a Burlington, nel Vermont, viene cresciuto dai nonni. Il primo choc nella sua vita avviene a 20 anni, quando scopre che sua sorella è in realtà sua madre. La sua carriera scolastica è brillante. Si laurea in psicologia e prosegue con gli studi giuridici. Nel frattempo si dedica al volontariato e nasconde così i suoi lati oscuri. Bundy è infatti abilissimo a crearsi rapporti e amicizie apparentemente sinceri e a circondarsi di persone che in poco tempo si fidano ciecamente di lui. Quella stessa fiducia che riesce a ottenere dalle sue vittime. Le adesca indossando una finta ingessatura a un braccio o a una gamba, chiede loro un aiuto e poi le fa salire nella sua auto senza maniglie per riaprire la portiera. Nel suo mirino finiscono giovani e belle ragazze di buona famiglia che gli ricordano Stephanie Brooks, la sua ossessione. Una donna che l’ha rifiutato e che per molti sarebbe la causa scatenante della sua furia omicida.

 

NON SEI ANCORA ABBONATO A DPLAY PLUS? APPROFITTA DELLA PROMO BLACK FRIDAY! 

 

Uno dei suoi delitti più atroci è quello avvenuto presso l'Associazione studentesca femminile Chi Omega nel campus dell'Università della Florida, dove si serve di un pezzo di legno per uccidere due ragazze e ferirne seriamente altre due. Kimberly Diane Leach, di appena 12 anni, è la sua ultima vittima. Anni dopo si verrà a sapere che Bundy era solito tornare sul luogo degli omicidi commessi per avere rapporti sessuali con i cadaveri ormai in avanzato stato di decomposizione. Non solo. Aveva l’abitudine di conservare le teste delle ragazze nel suo appartamento come fossero trofei. Bundy viene arrestato una prima volta nel 1975 per sequestro di persona e tentata aggressione, poi finisce nuovamente dietro le sbarre nel 1978 quando viene catturato in Florida. In due processi separati, dove si difende da solo senza l’aiuto di nessun avvocato, riceve tre condanne a morte solo per tre degli oltre 30 omicidi commessi. Poco prima di essere ucciso sulla sedia elettrica confessa e svela i dettagli di tutti i suoi delitti. Per conoscere nel dettaglio tutta la storia di Ted Bundy, guarda in esclusiva su Dplay Plus "Ted Bundy: nella mente di un serial killer" , il documentario dedicato alla storia e all'analisi psicologica di uno dei serial killer più spietati della storia.

 

***

 

Scopri Dplay Plus, il servizio a pagamento di Dplay che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con Dplay Plus avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito!