Come Vederci

Discovery Channel è visibile in esclusiva su Sky ai canali 401, 402 e in versione HD.

TUTTI I CANALI DI DISCOVERY ITALIA CHE PUOI TROVARE SU SKY:

Discovery Channel (SKY canale 401, 402 e in HD) 

Discovery Science (SKY canale 405)

Il mondo "scopre" la faccia nascosta della Luna: era ottobre del 1959

A 61 anni di distanza da quando il mondo ammirò per la prima volta il lato della Luna non visibile della Terra, potete guardare su Dplay Plus lo speciale "L’uomo sulla Luna: vero o falso?".

Ottobre 1959. Questo il mese in cui per la prima volta il mondo riuscì ad ammirare il lato della Luna non visibile della Terra. Il merito fu della sonda sovietica Luna 3 che compì una vera e propria impresa, un passo in ambito astronomico dall’enorme importanza storica. A 61 anni di distanza da questo evento potete gustarvi senza pubblicità su Dplay Plus lo speciale “L’uomo sulla Luna: vero o falso?” In cui ripercorriamo i passaggi che hanno portato allo sbarco sulla Luna analizzando i misteri che si celano dietro la missione per cercare di sfatare miti e scetticismi. La verità sarà dimostrata attraverso contributi di esperti della NASA ed esperimenti scientifici alla Mythbusters, in perfetto stile Science!

ABBONATI A DPLAY PLUS E GUARDA SENZA PUBBLICITÀ L’UOMO SULLA LUNA: VERO O FALSO?

Il lancio della sonda Luna 3 (radiocontrollata direttamente dalla Terra, di forma cilindrica, con due lati semisferici, una lunghezza di 130 cm e un diametro massimo di 120 cm) rientrava nel “Programma Luna” che aveva come obiettivo quello di circumnavigare la Luna per la prima volta nella storia. Partita dal Kazakistan, precisamente dal cosmodromo di Baikonur, Luna 3 fu la terza navicella in grado di raggiungere la Luna e la prima a produrre e spedire immagini del lato sconosciuto del satellite terrestre che era totalmente diverso da quello fino ad allora studiato. Già, perché mentre sul lato visibile dalla Terra troviamo numerosi crateri da impatto di ogni dimensione ed età, sull’altro versante a colpire enormemente fu l’assenza di grandi e scuri mari di lava raffreddata. Le immagini che vennero inviate sulla terra erano tutt’altro che chiare, ma grazie a un maxi lavoro si riuscì a produrre una specie di atlante di quel lato lunare caratterizzato da un terreno montuoso. Solo due erano le regioni oscure a cui fu dato il nome di Mare di Mosca e Mare dei sogni. 

PROVA SUBITO DPLAY PLUS: SCOPRI L'OFFERTA!

Sulla sonda Luna 3 fu montato esternamente il sistema di acquisizione immagini Yenisey-2, formato da una fotocamera con due lenti AFA-E1, una unità di elaborazione automatica e uno scanner. Le lenti avevano un obiettivo con focale lunga 200 mm F/5.6 e l’altro con focale di 500mm F/9.5. Al suo interno, invece, la sonda era dotata del sistema per l’elaborazione delle immagini oltre a una radio, batterie, un giroscopio e delle ventole circolari per il raffreddamento. A tre giorni dal suo lancio, la sonda sovietica raggiunse l’obiettivo prefissato riuscendo a scattare 29 foto in 40 minuti ad una distanza di ben 64 mila km dalla Luna. La trasmissione delle istantanee iniziò l’8 ottobre e terminò il 18 ottobre (sulla Terra ne arrivarono solo 17 sgranate ma comunque utilissime), prima che il 22 ottobre venisse perso definitivamente il contatto con la sonda. Fortunatamente il lavoro era ormai stato portato a termine.

***

Scopri Dplay Plus, il servizio a pagamento di Dplay che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con Dplay Plus avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoiProvalo subito!