Il mistero di Rebecca Zahau: un delitto senza colpevole

Rebecca Zahau è stata trovata morta il 13 luglio 2011 nella dimora del Coronado del suo ragazzo e per la sua morte non è stato trovato ancora un colpevole.

Una delle vicende più oscure della storia recente. Parliamo della morte di un bambino di 6 anni, Max Shacknai, e di quella di una donna di 32, Rebecca Zahau. Due casi che hanno in comune un elemento: non si sa ancora cosa sia successo realmente. Ma proviamo a ricostruire quei giorni di luglio del 2011 grazie allo speciale disponibile su discovery+.

 

IL MISTERO DI REBECCA ZAHAU, UN DELITTO SENZA COLPEVOLE: GUARDA LO SPECIALE SU DISCOVERY+ 

 

È la mattina dell’11 luglio 2011 e siamo a Coronado, in California. Una donna di nome Dina Shacknai riceve raccapriccianti messaggi sul proprio cellulare. Sono del suo ex marito Jonah che le comunica che loro figlio Max, di 6 anni, sia stato vittima di un terribile incidente. Max sarebbe caduto dalle scale e le conseguenze sarebbero gravi. Così Dina si precipita all’ospedale pediatrico dov’è ricoverato Max e una volta arrivata lo trova in coma farmacologico. Max ha riportato traumi alla testa, alla schiena e al collo. La situazione è delicatissima, ma c’è ancora possibilità che si salvi e poi si riprenda grazie a un periodo di riabilitazione. Anche se divorziati, Dina e Jonah hanno la custodia congiunta di Max e stanno facendo del loro meglio per andare d’accordo. Ora sono sotto choc. Max stava trascorrendo un’estate da sogno a Coronado, una meta turistica molto ambita. Poi la serenità è improvvisamente svanita. Ma cos’è successo? Dina tempesta Jonah di domande, vuole risposte su cosa sia accaduto. 

 

STORIE CRIMINALI: GUARDA ORA TUTTE LE PUNTATE SU DISCOVERY+ 

 

Jonah spiega che al momento dell’incidente non fosse presente in casa e Dina non la prende bene. Max si trovava in casa con la ragazza e convivente di Jonah, la 32enne Rebecca Zahau, e sua sorella minore. Rebecca era in bagno quando ha sentito un rumore tremendo, è corsa a controllare e ha trovato Max faccia a terra. Attorno a lui c’erano i resti del candelabro appeso lì sopra. Max era immobile vicino al suo monopattino. Rebecca, addestrata al primo soccorso, non ha perso tempo e si è gettata a terra per provare a rianimare il piccolo prima di chiamare i soccorsi. Mentre Jonah tornava a casa, il piccolo Max veniva caricato in ambulanza. Vista la gravità dell’incidente e il coinvolgimento di un bambino di 6 anni, iniziano subito le indagini. Rebecca racconta alla polizia che durante le fasi di rianimazione il piccolo abbia pronunciato la parola “Ocean”, nome del loro cane. La polizia di Coronado prova a ricostruire quanto successo e arriva a ipotizzare che Max stesse giocando in monopattino al piano di sopra e fosse caduto di sotto portando con sé il candelabro. Ma questa vicenda oscura è appena iniziata. Poche ore dopo infatti Rebecca verrà trovata priva di vita in casa. Proviamo a ricostruire quei giorni di luglio del 2011 grazie allo speciale disponibile su discovery+.

 

ATTIVA SUBITO DISCOVERY+ 

 

*** 

Scopri discovery+, il servizio a pagamento che ti permette di guardare il meglio dei contenuti Discovery, in esclusiva e in anticipo rispetto alla TV. Con discovery+ avrai l’intero catalogo senza pubblicità, e potrai guardare i tuoi programmi preferiti dove vuoi e quando vuoi. Provalo subito! 

Il Codice del Boss: guarda tutte le clip

I più visti su Discovery Channel Discovery+